Contratto in scadenza nel 2017, rapporto ai minimi con tutto l'ambiente e la volontà di lasciare il Milan dichiarata tramite il proprio agente: una cessione che sembrava scontata per Jeremy Menez eppure al 20 di luglio, a soli due giorni dalla partenza per la tournée americana, il francese è ancora in rossonero. Il motivo?

L'ultima stagione fatta di tanti infortuni, poche presenze e ancor meno acuti ha scoraggiato le pretendenti: il Liverpool ha interrotto i sondaggi, i club cinesi non hanno rinnovato le proposte che Menez aveva rifiutato lo scorso gennaio.

I 5 milioni lordi di ingaggio sono comunque un peso del quale il Milan si sbarazzerebbe volentieri e dunque Jeremy resta sul mercato a prezzo di saldo, in attesa che arrivi l'offerta giusta: questa può arrivare dalla Ligue 1, campionato nel quale l'attaccante tornerebbe volentieri, e già qualcosa di muove dalla Francia.

 

Menez aspetta la Ligue 1 dunque, una possibilità che può concretizzarsi in agosto a patto che il francese dimostri di aver recuperato una buona condizione, non esibita al raduno a Milanello: la tournée negli USA per attirare squadre e conquistarsi il pass per lasciare i rossoneri e tornare in Francia, Jeremy ha la sua missione per l'estate.